Napoli è la prima tra le grandi città d’Italia a essersi dotata della nuova carta di identità elettronica.  Per ora la nuova carta d’identità elettronica può essere richiesta nella Municipalità di Chiaia-San Ferdinando-Posillipo e in quella di San Giovanni a Teduccio, ma dal mese di novembre sarà possibile effettuare la richiesta in tutte le Municipalità.

Le nuove carte d’identità elettroniche saranno consegnate direttamente a domicilio entro sei giorni lavorativi, sono in policarbonato, hanno le dimensioni di una carta di credito, riportano la fotografia e i dati del cittadino e, attraverso un microprocessore a radio frequenza, sono integrate per la memorizzazione delle informazioni necessarie per la verifica dell’identità del titolare quali foto e impronta digitale. Il nuovo strumento anagrafe conterrà inoltre le informazioni relative al consenso sulla donazione degli organi, è già predisposto per l’autenticazione in rete da parte del cittadino e permetterà la fruizione dei servizi erogati dalla Pubblica Amministrazione e l’acquisizione dell’identità digitale per la fruizione di altri servizi in Italia e in Europa. Il costo complessivo, deciso con decreto dei Ministeri competenti, è di 22,21 euro.

“Partire da Napoli è il segno che questa amministrazione ha capacità, voglia e competenza per innovarsi e che vuole farlo insieme alle altre istituzioni dello Stato”. Commenta  il sindaco di Napoli Luigi de Magistris al seminario di aggiornamento professionale sul tema ‘Il futuro prossimo dell’anagrafe: tra anagrafe nazionale popolazione residente (ANPR) e nuova carta d’identità elettronica (CIE)’ che si è svolto al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli.

Fonte: Repubblica