A seguito di una segnalazione dei residenti, agenti della Polizia Municipale hanno effettuato controlli in via Mezzocannone, a Napoli, e hanno denunciato sette commercianti «che avevano conferito i propri scarti di lavorazione senza rispettare le prescrizioni della raccolta porta a porta». Durante i controlli gli agenti hanno anche individuato un ristorante etnico che, «oltre a gestire  in maniera irregolare i rifiuti speciali, esercitava l’attività senza nessuna autorizzazione e con la licenza sanitaria scaduta e intestata ad un soggetto diverso dell’attuale gestore attualmente irreperibile». Non solo: «È stata accertata anche la mancanza di qualsiasi norma di sicurezza e tenuta degli impianti elettrici, rilevando la presenza di fili scoperti e prese volanti tanto sui piani di lavoro della cucina che nella sala di somministrazione degli alimenti, la cella frigorifero conteneva carni putrefatte». Il ristorante  è stato posto sotto sequestro.

Ilmattino.it