Concepito-PzzaPlebiscito“Napoletano si nasce”. Quante volte avete sentito questa frase da chi è orgoglioso di essere figlio di Parthenope? Ma siamo sicuri che basta questo per essere napoletani? Partiamo da un aspetto fondamentale, la creazione dell’uomo. Essa avviene tramite il concepimento mediante il quale si forma il feto che poi verrà dato alla luce. Bene, è proprio nel momento del concepimento che si diventa napoletani. E’ questa sottile, ma importante differenza, che ci fa comprendere come uno già prima di vedere la luce del mondo sia già di fatto partenopeo. L’essere napoletano è una combinazione genetica fissa nel nostro DNA che nessuno potrà mai cancellarci. Da qui nasce l’idea di dare vita al progetto “Concepitonapoletano”. Il nostro portale online tratterà tutto ciò che riguarda Napoli e la sua provincia, mettendone in risalto tutte le qualità e le potenzialità (ancora inespresse) che questo territorio ha.
La nostra sarà una battaglia contro chi sputtana la napoletanità sfruttando i luoghi comuni e infangando una popolazione intera che ha invece una storia, una cultura e tante ricchezze da fare invidia a tutti gli italiani e non solo. Quando mamma Napoli ti chiama non puoi tirarti indietro o voltargli le spalle, è giunto il momento di dare voce (libera e senza condizionamenti) all’orgoglio di essere partenopei e soprattutto (cosa fondamentale) di appartenere al Regno di Napoli.
Oggi comincia la nostra avventura sul web. L’emozione è tanta così come quella sana cazzimma che animerà lo spirito del nostro giornale che proverà a dare un contributo per levarsi i cosiddetti “paccheri da faccia” dopo tanti anni di notizie spazzatura. Uagliù jamm bell, accumminciamm! Che a maronn c’accumpagna…