Avevano tentato di violentarla, prima di rubarle borsa e cellulare e scaraventarla fuori dall’automobile, lasciandola nel mezzo dei sentieri del Vesuvio.
Questa è la triste sventura di una donna Ucraina di 37 anni, gli autori del misfatto sono due suoi connazionali e coetanei. I quali sono stati subito rintracciati e portati al commissariato. L’operazione è stata guidata dal capitano Emanuele Corda.
Alla malcapitata restano, oltre a 10 giorni di prognosi, uno shock da cui certamente non sarà facile riprendersi.